Il suolo

Il suolo condominiale, solo in apparenza è di facile qualificazione. Il codice civile si limita a citarlo nell’art. 1117 c.c. – “il suolo su cui sorge l’edificio”- e pertanto nel corso del tempo è stato oggetto di diverse teorie giurisprudenziali.
Si possono individuare a mero titolo esemplificativo due diverse definizioni di suolo:
a) l’area circoscritta dalle fondazioni e dai muri perimetrali su cui sorge l’edificio;
b) parte immediatamente sottostante il livello del pavimento del pian terreno.

(altro…)

Continua a leggereIl suolo
Scopri di più sull'articolo Chi ed in che modo può revocare l’amministratore del supercondominio?
Boss dismissing an employee

Chi ed in che modo può revocare l’amministratore del supercondominio?

Quando sorge un supercondominio ? Ai sensi dell'art. 1117-bis c.c. “Le disposizioni del presente capo si applicano, in quanto compatibili, in tutti i casi in cui più unità immobiliari o…

Continua a leggereChi ed in che modo può revocare l’amministratore del supercondominio?

Il sottosuolo

Il proprietario del suolo ex art 840 c.c., può disporre e godere pienamente del sottosuolo, realizzando “qualsiasi escavazione od opera che non rechi danno al vicino”.
Tale norma in ambito condominiale va, tuttavia, contemperata con l’art. 1117 c.c. che, come anticipato, individua il suolo su cui sorge l’edificio quale bene di proprietà comune di tutti i condomini, salvo che non risulti diversamente dal titolo.
Sebbene possa sembrare una questione di lana caprina, i risvolti di applicazione hanno notevole rilevanza circa, ad esempio, la legittimità dei lavori di scavo o ampliamento realizzati dal proprietario del piano più basso del condominio (realizzazione di cantine, seminterrati o abbassamento della pavimentazione, ecc.).

(altro…)

Continua a leggereIl sottosuolo