Impatto della Costruzione di una Veranda sulla Tabella Millesimale Condominiale

La costruzione di verande in un condominio, una pratica sempre più comune, può effettivamente sollevare questioni riguardanti la revisione delle tabelle millesimali. Queste strutture, che aumentano lo spazio e il comfort delle unità immobiliari, possono essere considerate costruzioni stabili e permanenti, influenzando potenzialmente la distribuzione delle spese condominiali.

Criteri per la Revisione delle Tabelle Millesimali

Secondo il nuovo articolo 69 delle disposizioni per l’attuazione del codice civile, modificato dalla legge di riforma del condominio n. 220 del 2012, la revisione delle tabelle millesimali può essere necessaria nei seguenti casi:

  • Quando le condizioni di una parte dell’edificio cambiano a causa di sopraelevazione, incremento di superficie, o variazione nel numero delle unità immobiliari.
  • Se queste modifiche alterano per più di un quinto il valore proporzionale dell’unità immobiliare, anche di un solo condomino.

In questo contesto, per determinare se la costruzione di una veranda richiede una revisione delle tabelle millesimali, è essenziale valutare se la chiusura di un balcone o terrazza preesistente abbia effettivamente modificato le condizioni dell’immobile, incrementando la superficie o alterando significativamente il valore proporzionale della proprietà esclusiva.

Caso Specifico: Riscaldamento e Verande

La giurisprudenza di legittimità ha affrontato casi specifici riguardanti l’ampliamento fisico delle unità immobiliari e l’installazione di nuovi elementi scaldanti. Secondo una sentenza della Cassazione Civile (n. 2968 del 20.3.1998), una revisione della tabella millesimale per le spese di riscaldamento è necessaria solo se il criterio di ripartizione delle spese si basa sul volume scaldato e vi è un aumento sensibile di questo volume.

Pertanto, in condomini con riscaldamento centrale dove le spese sono ripartite in base al volume delle proprietà esclusive, la costruzione di verande con nuovi elementi scaldanti da parte di alcuni condomini può giustificare la richiesta di ricalcolare i millesimi relativi al riscaldamento.

Conclusioni

La costruzione di una veranda può quindi comportare la necessità di modificare la tabella millesimale, soprattutto se questa altera significativamente le condizioni dell’edificio in termini di superficie o valore proporzionale delle unità. Questa valutazione deve essere fatta caso per caso, considerando le specifiche del condominio e le modalità di ripartizione delle spese comuni.

Mauro Sasanelli

L'avv Mauro Sasanelli è iscritto all'Albo Avvocati del Foro di Bari.

Lascia un commento